Disposizioni in vigore in Svizzera per le e-bike: consigli utili sull’attuale legislazione

Legge sulla regolamentazione delle e-bike in Svizzera

Se ti sposti in bicicletta elettrica, in Svizzera ci sono diverse disposizioni, leggi e ordinanze di cui devi tenere conto. Di seguito ti sintetizziamo quelle più importanti e ti spieghiamo di quali strumenti dotare la tua e-bike per muoverti in sicurezza, con visibilità e nel rispetto delle norme.

Che cosa cambia esattamente a partire dal 1º aprile 2022?

Sicuramente ti interesseranno innanzitutto le ultime norme in vigore dal 1º aprile 2022. La nuova legge prevede che chiunque guidi una bicicletta elettrica debba avere una luce fissa da tenere accesa anche di giorno. L’obbligo vige su tutte le aree di circolazione pubbliche, quindi anche su strade campestri o tracciati da mountain-bike.

Di cosa devo tenere conto a livello di illuminazione?

I dispositivi di illuminazione devono essere fissati alla bicicletta elettrica. Nello specifico, devono essere presenti due fanali a luce fissa: uno anteriore bianco e uno posteriore rosso. Luci lampeggianti o sul casco sono ammesse sono come illuminazione supplementare. Nelle ore diurne basta che sia accesa la luce anteriore. Per essere più visibili, la Confederazione consiglia comunque di accendere sempre sia quella anteriore che quella posteriore.

Che cosa si intende con «fissato»?

Si considerano «fissate» anche le luce rimovibili, purché siano montate sulla bicicletta elettrica. Non è invece consentito tenerle addosso o applicarle sul casco. Se la tua e-bike non è dotata di un dispositivo di illuminazione fisso, consulta il riquadro sottostante per trovare dei consigli sulle possibili alternative.

La luce della mia e-bike è installata in maniera fissa. Cambia qualcosa per me?

Molte city bike elettriche montano già un dispositivo di illuminazione fisso. In tal caso devi solo ricordarti di accenderlo anche di giorno!

Che cosa succede se non mi attengo alle regole?

Se giri in bicicletta elettrica senza luce puoi incorrere in una multa disciplinare di CHF 20.–.

Non sono entrate in vigore anche delle nuove disposizioni in materia di tachimetro per le e-bike?

Sì, ma entreranno in vigore solo a partire dal 2024. Da quel momento in poi, le biciclette elettriche con una pedalata assistita fino a 45 km/h dovranno essere dotate di tachimetro. Per maggiori dettagli, ti consigliamo di leggere questo articolo sul blog di Veloplus.

La tua e-bike non ha un dispositivo di illuminazione fisso?

 

Ci sono due possibilità.

Ci sono due opzioni per dotare la tua bicicletta elettrica di un fanale. Anche perché spesso le mountain bike o le bici da corse elettriche ne sono sprovviste.

Montare una luce rimovibile a pile o a batteria sul manubrio.

Le luci rimovibili sono relativamente economiche, anche se i prezzi possono variare sensibilmente. Se, oltre a renderti visibile, ti interessa però anche illuminare la strada, ti consigliamo di investirci un po’ di più. Assicurati inoltre che il fanale emetta luce anche lateralmente, perché spesso i ciclisti di e-bike vengono notati troppo tardi di lato. Dai un’occhiata anche al test delle luci per bici del TCS.

Lo svantaggio delle luci rimovibili è che devi ricaricare un’altra batteria oppure comprare spesso delle pile nuove.

Montare una luce fissa alimentata dalla batteria della bicicletta elettrica.

Un’altra possibilità è installare sulla bicicletta elettrica un fanale collegato direttamente alla batteria del mezzo. Ovviamente è una soluzione molto più pratica, perché basterà ricaricare solo la batteria principale e in questo modo non è tanto semplice rubare la luce. In rapporto al motore, i fanali alimentati a batteria consumano relativamente poca energia, per cui l’impatto sull’autonomia della bici è marginale.

Tuttavia, il post-equipaggiamento è relativamente complesso e di conseguenza anche costoso.

MADE VISIBLE by TCS Gruppo redazionale

Commento