Il collettivo di stilisti Archives™ emana da un vivaio di talenti ginevrini

La capsule collection di Archives™ × MADE VISIBLE è una vera e propria esplosione di creatività. Dove hanno preso ispirazione i creatori? È presso l’Alta scuola d’arte e di design di Ginevra (HEAD) che si sono incontrati i membri del collettivo di stilisti Archives™, Tiffanie Bellenot, Justin Person e Justin Person. Così, abbiamo chiesto a due professori della HEAD di parlarci del loro ex studente, Victor Prieux.

Se nomino Victor Prieux, che cosa vi viene in mente di primo acchito?
Professor Bertrand Maréchal: il modo in cui ha bluffato la giuria di Master con una collezione radicale quanto la sua presentazione. Il suo stage presso la stilista Faustine Steinmetz a Londra, dove ha collaborato alla realizzazione della sua performance durante la Fashion Week, ha fatto davvero scattare qualcosa.

Professoressa Valentine Ebner: ho scoperto il lavoro di Victor in qualità di giurata della sua collezione Master. Mi ha sedotto sia l’aspetto più evidente di ciò che veniva presentato, che la maniera in cui ha gestito la presentazione: era immediata, chiara e senza compromessi.
Poi, nel team Archives™, ad interessarmi sono le stesse qualità. Sia il modo in cui portano avanti i loro progetti che lo spirito streetwear, lo stile radicale e le forme apparentemente semplici.

Che cos’è che vi piace di più di questa collezione Archives™ x MADE VISIBLE?
Maréchal: ritrovare il DNA delle sue prime collezioni per uomo ed il fatto che il suo senso della materia prenda corpo in tutta la sua ampiezza. I materiali rifrangenti sono entrati presto a far parte del suo repertorio; nei suoi primi archivi, mi ricordo di un paio di pantaloni da operaio stradale e bisognava già essere piuttosto audaci per proporre questo tipo di capi.

Ebner: l’architettura della collezione che mescola un abbigliamento fatto di pezzi molto urbani a capi più ricercati, l’aver integrato la donna con pezzi più attenti alla femminilità, anche se l’insieme resta piuttosto avulso dal genere. Ed ovviamente, risulta interessante inserire il tema della sicurezza in una collezione assolutamente stilosa.

Con la capsule collection, Archives™ x MADE VISIBLE vuole dimostrare che è possibile coniugare visibilità, sicurezza e moda. Secondo voi, questo messaggio è stato trasmesso in modo credibile?
Maréchal: credo che si crei una vera e propria aspettativa per questo tipo di prodotto che allea funzionalità, in questo caso sicurezza, ed un’identità fashion abbastanza cool che gli permette di essere indossato di giorno. Spero che la collezione di Archives™ con MADE VISIBLE costituisca un primo passo verso questo nuovo tipo di abiti.

C’è un capo che vi piacerebbe indossare?
Maréchal: spero che i jeans e la sweatshirt con motivo rifrangente siano disponibili online, Natale è vicino.

Ebner: mi piacciono sia i maglioni che l’impermeabile beige e arancione.

MADE VISIBLE Gruppo redazionale

Commento