Guida alle e-bike: fai un test prima dell’acquisto!

Test e-bike 2021 con prova su strada al crepuscolo.

Ti mostriamo a cosa fare attenzione per l’acquisto di una bicicletta elettrica, ti spieghiamo quali sono i più recenti test del 2021 e cosa controllare durante un giro di prova.

La scelta delle e-bike diventa sempre più ampia. Ormai, oltre ai marchi affermati, ci sono anche numerosi modelli economici. Ma sono buoni? Quali sono quelli con il miglior rapporto qualità-prezzo? E qual è la bicicletta elettrica più adatta alle mie esigenze? Di seguito trovi la risposta a tutte queste domande.

A cosa devo prestare attenzione in materia di sicurezza?

Secondo gli esperti del TCS, nelle e-bike è importante soprattutto avere dei freni e dei fari di buona qualità. Alcuni modelli montano solo dei freni economici. La cosa migliore è testarli in prima persona, effettuando delle frenate a fondo. L’operazione dovrebbe riuscire senza imprimere troppa forza.

Le statistiche sugli incidenti indicano che spesso le biciclette elettriche vengono notate quando è troppo tardi. Per questo la normativa prevede che le e-bike siano dotate di luci fisse. Il nostro consiglio è di accenderle anche di giorno, così aumenterai molto anche la tua sicurezza. Al momento dell’acquisto, accertati che il faro emetta una luce forte anche di giorno. In genere si può tranquillamente valutare a occhio nudo.

La luce della bicicletta ti rende ben visibile sia da davanti che da dietro. Però tieni presente che le auto arrivano anche lateralmente. In questo caso è utile avere degli pneumatici dotati di elementi catarifrangenti. In alternativa puoi applicarli tu stesso ai raggi e ai cerchi. Vuoi aggiungere un tocco di stile alla tua e-bike? Allora dai un’occhiata alla nostra idea per abbellire il cestino con dei fiori riflettenti, oppure ritaglia il modello che abbiamo preparato e dai alla tua bici un look fiammante.

Infine, renditi più visibile anche tu. Su MADE VISIBLE by TCS trovi tanti accessori e capi di abbigliamento utili se ti muovi in e-bike tutti i giorni. Il casco da bicicletta con LED ne è un valido esempio.

Come determino la dimensione del telaio giusta?

Dolori alle mani, alle ginocchia e al sedere possono essere la conseguenza di una bicicletta troppo grande o troppo piccola. Per individuare facilmente la dimensione giusta per la tua e-bike consulta la guida dedicata alle misure del telaio sul nostro blog.

City bike, trekking bike o mountain bike: qual è la tipologia adatta a me?

La lista è lunga: tra tutti i modelli elettrici di city bike, trekking bike, cross bike, hardtail, da corsa, gravel, e-fully c’è l’imbarazzo della scelta.  Le seguenti domande possono esserti di aiuto per chiarirti le idee.

  • Per cosa utilizzo la mia e-bike? (Per andare al lavoro, fare sport, tour in bicicletta)
  • Quale terreno percorro di solito? (Asfalto, strade sterrate, off-road, downhill)
  • In quale posizione sto più comodo? (Eretto o piegato in avanti in posizione sportiva?)

Dai un’occhiata alla nostra tabella per scoprire i pro e i contro dei diversi modelli di biciclette elettriche.

Tipologia/Design Posizione della seduta Fondo ideale (terreno) Vantaggi Svantaggi
City bike elettrica Eretta
  • Strade asfaltate
  • Per ogni condizione meteo
  • Posizione della seduta comoda
  • Spazio per bagagli
  • Sollecitazione minima per braccia e mani
  • Velocità più ridotta a causa della posizione eretta
  • Poco adatta su strade sterrate e accidentate
Bicicletta da trekking elettrica Semieretta
  • Strade asfaltate
  • Strade sterrate
  • Versatile nell’utilizzo
  • Per ogni condizione meteo
  • Spazio per bagagli
  • Compromesso tra posizione sportiva ed eretta
 

  • Peso relativamente elevato
Bicicletta da cross elettrica Sportiva
  • Strade asfaltate
  • Strade sterrate
  • Off-road
  • Per ogni condizione meteo
  • Peso ridotto
  • Portapacchi da montare all’occorrenza
E-MTB (e-hardtail) Sportiva
  • Strade sterrate
  • Off-road
  • Buone sospensioni
  • Guida su quasi qualsiasi terreno
  • Maggiore resistenza al rotolamento su strade asfaltate
  • Parafanghi e portapacchi da montare all’occorrenza
E-MTB (e-fully) Sportiva
  • Strade sterrate
  • Off-road
  • Downhill
  • Biammortizzata
  • Adatta per terreni estremi
  • Peso elevato
  • Maggiore resistenza al rotolamento su strade asfaltate
  • Parafanghi e portapacchi da montare all’occorrenza
Bici da corsa elettrica Molto sportiva (aerodinamica)
  • Strade asfaltate
  • Resistenza al rotolamento molto ridotta su strade asfaltate
  • Peso molto esiguo
  • Posizione della seduta scomoda
  • Non adatta a strade sterrate
Gravel bike elettrica Molto sportiva (aerodinamica)
  • Strade asfaltate
  • Strade sterrate
  • Resistenza al rotolamento ridotta su strade asfaltate
  • Peso molto esiguo
  • Adatta anche a strade sterrate
  • Parafanghi e portapacchi da montare all’occorrenza
  • Posizione della seduta scomoda

Come trovo la bicicletta elettrica con il miglior rapporto qualità-prezzo?

Stai cercando una e-bike con un buon rapporto qualità-prezzo? Una con una grande autonomia? Oppure ti va bene un modello economico? In quanto a rapporto qualità-prezzo, i pareri a volte sono discordanti. Una componente molto costosa è la batteria, per cui conviene confrontare le batterie di ricambio di diversi produttori. Ne è emerso che la batteria della bicicletta elettrica Trelago in vendita da Landi presenta il miglior rapporto qualità-prezzo, mentre la più cara è quella delle e-bike a marchio Flyer.

Batteria Bosch Batteria Yamaha Batteria Flyer Batteria Trelago (Landi)
Prezzo (CHF) 769 749 1190 573
Capacità (Wh) 500 400 630 630
CHF/Wh 1.49 1.87 1.89 0.91

Che autonomia dovrebbe avere?

Quanta autonomia ha la batteria di una bicicletta elettrica? È il grande interrogativo che si pongono tutti all’acquisto di una e-bike. La maggior parte dei produttori indica la capacità della batteria in wattora (Wh). Indicativamente, per percorrere un chilometro servono circa 10 Wh. Ad esempio, se percorri quotidianamente 5 chilometri per andare al lavoro e 5 per tornare, consumerai 2×5×10 Wh ogni giorno, per un totale di 100 Wh. Una batteria con una capacità di 500 Wh coprirà quindi il fabbisogno di circa una settimana lavorativa. Naturalmente l’autonomia di una e-bike non dipende solo dalla batteria, ma varia molto anche in base a peso, spessore degli pneumatici e percorso. Pertanto, prima di procedere all’acquisto, interrogati su questi punti:

  • Utilizzerò la bicicletta elettrica anche per dei tour più lunghi?
  • Che distanza devo coprire in un giorno?
  • Quante volte a settimana sono disposto a ricaricare la batteria?

Meglio acquistare una e-bike con una velocità massima di 25 o 45 km/h?

La maggior parte delle persone alla guida di una bicicletta elettrica non supera i 25 km/h. Per cui, in genere, è sufficiente una pedalata assistita fino a 25 km/h. In alcuni casi, però, conviene prendere in considerazione una e-bike veloce, detta anche S-Pedelec.

Se percorri spesso tragitti lunghi, una bicicletta elettrica più veloce ti permetterà infatti di risparmiare tempo.

Oppure, se sei un ciclista sportivo e superi i 25 km/h anche con una bicicletta normale, una pedalata assistita fino a 25 km/h ti sarà di scarso aiuto.

Ad ogni modo, le e-bike veloci con una pedalata assistita fino a 45 km/h presentano anche degli svantaggi:

  • Le e-bike più veloci sono più costose.
  • Le e-bike più veloci sono maggiormente soggette a usura.
  • Le e-bike più veloci sono solitamente più pesanti.
  • Le e-bike più veloci non possono circolare sulle strade interdette ai ciclomotori.
  • Le e-bike più veloci devono essere provviste di targa.
  • Devi avere una licenza di condurre di categoria M o G.
  • La velocità più elevata si associa anche a un maggior rischio di infortuni in caso di incidente.

Qual è il motore migliore per una bicicletta elettrica?

Attualmente, i motori elettrici più diffusi sono quelli centrali, montati all’altezza della pedaliera. Sono molto potenti e non si surriscaldano. I motori nel mozzo posteriore sono decisamente più rari. Rispetto ai motori centrali, il loro vantaggio è una minore sollecitazione della catena e del cambio. La trazione è diretta sulla ruota. Tuttavia, sembra che i motori nel mozzo si surriscaldino un po’ più velocemente. Il consiglio è quindi quello di acquistare un motore nel mozzo un po’ più potente.

I principali produttori di motori centrali sono: Bosch, Yamaha, Shimano, Brose, Fazua, Specialized e Panasonic. Tutti i marchi offrono diversi modelli. La cosa migliore è testarli e confrontarli personalmente. A questo proposito, fai attenzione ai seguenti punti:

  • La pedalata assistita si arresta subito non appena smetti di pedalare? Se il motore prosegue la spinta a lungo, la guida può risultare fastidiosa e lo spazio di frenata si allunga.
  • Il motore è rumoroso?
  • Se impostata al massimo, la pedalata assistita funziona bene? Se selezioni il livello massimo, dovresti avere una buona potenza anche in salita.
  • La pedalata assistita risulta scattosa o è omogenea?
  • Con una pedalata assistita completa, arrivi alla velocità massima con facilità? Oppure la pedalata assistita va gradualmente a diminuire?

Dai anche un’occhiata alle specifiche del costruttore relative al motore. I motori meno potenti hanno una coppia di circa 50 Nm, mentre quelli più potenti arrivano o superano i 90 Nm. La scelta della potenza è una scelta personale.

Un confronto tra i motori per biciclette elettriche più popolari:

Bosch Performance Line CX Shimano Steps E6100 Yamaha PW-ST Brose S-Drive Panasonic GX Power (Flyer)
Potenza 75 Nm 60 Nm 75 Nm 90 Nm 60 Nm
Modalità 4, modalità extra MTB 3 4 4 4
Peso 2,9 kg 2,8 kg 3,4 kg 2,9 kg 3,2 kg
Ideale per Allrounder City bike Allrounder Mountain bike, miglior rapporto tra potenza e peso City bike e biciclette da trekking

Cambio interno al mozzo vs. deragliatore: qual è il cambio migliore per una e-bike?

Se si acquista una e-bike conviene pensare a lungo termine. Nelle biciclette elettriche con motore centrale, la catena e il cambio sono sottoposti a forti sollecitazioni e si usurano facilmente. Nel lungo periodo, investire in un buon cambio può quindi rivelarsi una decisione conveniente. I cambi Shimano Deore, SLX o XT hanno una buona qualità e vengono montati molto spesso. Anche i cambi interni al mozzo sono particolarmente durevoli. La scelta delle marce è però un po’ più ridotta e il cambio risulta un po’ più lento. Inoltre, in un cambio interno al mozzo puoi sostituire la catena con una cinghia, che richiede molta meno manutenzione ed è più durevole. Come sempre ti devi chiedere di quante marce hai effettivamente bisogno. Fai un giro di prova e guarda se trovi le marce giuste sia in salita che in discesa.

Che tipo di telaio dovrei acquistare?

La tipologia di telaio non c’entra nulla con l’essere uomo o donna. Per questo oggi si preferisce parlare di telaio a trapezio (prima definito da donna) o a diamante (prima detto da uomo). Vuoi installare un cestino alto o un seggiolino per bambini sul portapacchi? Allora è molto più pratica la versione a trapezio. Questo modello è nettamente più comodo anche per gli anziani, oppure se devi salire e scendere dalla bicicletta con una certa frequenza.

Quanto dovrebbe pesare al massimo la mia bicicletta elettrica?

Una e-bike leggera è molto utile se ad esempio devi portarla ogni giorno su e giù per una rampa ripida. Inoltre, se devi scendere a un incrocio è più difficile che cada di lato. Magari potresti voler trasportare la tua e-bike su un portabici. In tal caso consulta le istruzioni per l’uso prima di procedere all’acquisto, assicurandoti che la bicicletta elettrica non sia troppo pesante per il portabici.

Che carico dovrebbe sostenere la mia e-bike?

In genere è il produttore a specificare il carico massimo. Per alcuni modelli il limite è di soli 100 kg. È quindi un’indicazione di cui tenere conto, soprattutto se si ha intenzione di intraprendere dei lunghi tour in bicicletta portandosi dietro parecchi bagagli che andranno a sommarsi al proprio peso.

Che cos’è il recupero energetico? La mia e-bike dovrebbe averlo?

Con recupero energetico si intende che la bicicletta elettrica ricarica la batteria in discesa, aumentandone notevolmente l’autonomia soprattutto in collina. In discesa si viaggerà però più lentamente. Il vantaggio nell’uso di tutti i giorni è molto dibattuto. Attualmente, sono poche le e-bike che offrono questa funzione.

Quali sono i migliori test sulle e-bike del 2021?

Per finire, vale la pena leggere qualche test aggiornato sulle biciclette elettriche. Noi abbiamo individuato per te i test migliori presenti in rete:

  • La fondazione tedesca Stiftung Warentest ha eseguito un test indipendente e approfondito su 12 modelli di city bike elettriche. Purtroppo non sono stati presi in considerazione i modelli tipicamente svizzeri e neanche marchi come Flyer, Cresta, Wheeler o Allegro.
  • Radfahren.de ha valutato oltre 80 biciclette elettriche, ma purtroppo anche in questo caso mancano i modelli e i marchi più comuni sul mercato svizzero.
  • Kassensturz si è occupato di mountain bike elettriche nel 2017. Pur non essendo più attuale, il test dà comunque un’indicazione sugli aspetti da tenere presente in fase di acquisto.
  • Nel 2021, il TCS ha testato 10 biciclette elettriche di tipo trekking. Nel nostro blog, puoi trovare i risultati del test, cosa valgono i modelli più economici, così come le prestazioni delle e-bike in termini di sicurezza e visibilità.

Hai idee e suggerimenti? Saremo lieti di ricevere un tuo feedback!

MADE VISIBLE by TCS Gruppo redazionale

Commento